Agosto 11, 2020

Quali sono le normative sulla bici elettrica?

By SystemD
  • SAFE DEFENSE Spray Anti-aggressione REDimpact 40 ml Gel
    Versione compatta da 40 ml Cappuccio di rilascio anti-accidentale brevettato EASY-CAP Ugello di proiezione ad alta velocità. Lunghezza 10 cm, larghezza 3,5 cm. RedImpact ha il marchio di qualità France Defense.
  • Thule 1050232 Portabici, Black, Silver
    Possibilità di aumentare la capacità di carico da 2 a 3 bici con l'aggiunta dell'adattatore 973-23, e fino a 4 bici con l'aggiunta degli adattatori 973-23 + 973-24 Anche in posizione eretta, il portapacchi da bici lascia visibili le luci posteriori e la targa Per un'ottima protezione, tutte le parti a contatto con l'auto e le biciclette sono rivestite in gomma Semplice montaggio delle biciclette grazie ai bracci per bici removibili La ruota posteriore è saldamente bloccata grazie alle cinghie fermaruota a rilascio rapido Canaline poggiaruota estensibili per biciclette di grandi dimensioni

Prima di poter sfrecciare nella tua città con la tua nuova bici elettrica, è bene informarsi sulle normative correnti, così da evitare eventuali multe e problemi con la legge.

Fonte: https://bici-elettrica.biz

Normativa italiana

In generale, il termine bici elettrica (dall’inglese e-bike) viene usato per indicare tutte le tipologie di bici elettriche, quindi quelle a funzionamento autonomo e quelle a pedalata assistita (altrimenti conosciute come pedelec, bipa o pas).

Da un punto di vista strettamente legale, però, solo i modelli che rispecchiano le seguenti caratteristiche possono essere definiti biciclette elettriche, cioè a pedalata assistita:

  • Potenza nominale inferiore ai 250 W
  • Attivazione automatica, ma solo in concomitanza alla pedalata. In altre parole, quando smetti di muovere le gambe, anche il motore deve automaticamente fermarsi.
  • Il motore deve erogare una potenza massima che ti mantenga ad una velocità che non superi i 25 km/h. raggiunto questo limite, il motore deve arrestarsi automaticamente.

Alcune città in Italia potrebbero adottare delle normative diverse per quanto riguarda l’uso della bici elettrica. Per questo motivo, prima di scegliere questo strumento come tuo nuovo mezzo di trasporto ordinario e quotidiano, è sempre bene informarsi. Puoi ad esempio chiedere ai vigili della tua municipalità.

Non dimenticare poi che, secondo la legge italiana, le biciclette elettriche a pedalata assistita possono tranquillamente circolare per strada, proprio come le bici tradizionali. In altre parole, esse non sono soggette a particolari restrizioni. D’altro canto, per guidare delle bici elettriche a funzionamento autonomo, è invece necessario una patente di categoria AM, che puoi conseguire in seguito al superamento di un esame apposito. In mancanza di questa licenza, potresti incorrere in multe o altre sanzioni amministrative.

Una volta studiate e comprese le norme per l’utilizzo della bici elettrica come mezzo di trasporto, sarai finalmente pronto ad usarla per i tuoi spostamenti quotidiani rispettando la legge.

Leggi anche: Cosa c’è da sapere sulla depilazione elettrica